Krill

Classificazione scientifica di Krill

Regno
Animalia
Phylum
Arthropoda
Classe
Malacostracaf
Ordine
Euphausiacea
Nome scientifico
Euphausiacea

Stato di conservazione del krill:

Non estinto

Posizione Krill:

Oceano

Curiosità sul Krill:

Il krill è forse l'animale più importante dell'ecosistema marino!

Fatti di Krill

Preda
Plancton
Comportamento di gruppo
  • Sciame
Fatto divertente
Il krill è forse l'animale più importante dell'ecosistema marino!
Dimensione della popolazione stimata
Trilioni
Minaccia più grande
Cambiamento del clima e dell'habitat
Caratteristica più distintiva
Il corpo bioluminescente
Periodo di gestazione
Pochi giorni
Tipo di acqua
  • sale
Habitat
Regioni costiere e oceaniche profonde
Predatori
Balene, foche, uccelli, pesci e umani
Dieta
Onnivoro
Cibo preferito
Sia piante che animali, a seconda della specie
genere
Crostaceo
Nome comune
Krill

Caratteristiche fisiche del krill

Colore
  • Grigio
  • Blu
Tipo di pelle
Guscio esterno duro
Durata
Fino a sei anni
Peso
Meno di un'oncia
Lunghezza
Fino a 2,4 pollici

Essendo uno degli animali più abbondanti dell'intera catena alimentare, il krill è il fulcro di molti degli ecosistemi marini del mondo.



Fornisce cibo a centinaia di specie diverse di animali, specialmente nelle acque altrimenti dure dell'Artico e dell'Antartico. Il krill è anche una creatura interessante a sé stante. Questi piccoli animali emettono luce dai loro corpi trasparenti e gusci duri. Il nome krill deriva da una parola norvegese che significa piccolo avannotto di pesce, ma in realtà è un tipo di crostaceo.



3 fatti incredibili sui Krill!

  • Il krill non è una specie sociale nello stesso senso di molti uccelli e mammiferi. Tuttavia, viaggiano insieme in gruppi massicci chiamati sciami per protezione. Questi sciami migrano regolarmente tra le acque più profonde durante il giorno e le acque più basse durante la notte. Alcuni sciami sono così grandi da essere effettivamente visibili sulle immagini satellitari.
  • Il krill si sposta da un luogo all'altro fluttuando lungo le correnti oceaniche. Quando incontrano un predatore, il krill può scappare frettolosamente nuotando rapidamente all'indietro a una velocità di circa 10 lunghezze del corpo al secondo. Questo è un trucco noto come aragosta.
  • Lo spreco del krill è una componente fondamentale del ciclo del carbonio del pianeta.

Nome scientifico di Krill

Il nome scientifico di questi animali è Euphausiacea. Questo deriva dal termine latino e greco euphausia, che significa luce o illuminazione. Il nome è stato probabilmente dato a causa del bagliore bioluminescente del krill. Appartengono alla classe dei Malacostraca, che contiene circa 40.000 specie di crostacei. La caratteristica distintiva della Malacostraca e di tutti i crostacei, in generale, è la presenza di un guscio duro composto da un materiale carboidrato chiamato chitina.

Specie di krill

Il krill è un grande ordine composto da circa 86 specie divise in due grandi famiglie. La famiglia degli Euphausiidae contiene quasi tutte le specie conosciute di krill. La famiglia di Bentheuphausia contiene solo una singola specie. Ecco solo un piccolo esempio:



  • Krill antartico: nonostante viva nelle acque inospitali dell'estremo sud, questa è forse la specie animale più abbondante del pianeta.
  • Ice Krill: vivendo proprio al largo della costa dell'Antartide, il krill di ghiaccio o cristallo è il più a sud di qualsiasi specie di krill.
  • Northern Krill: questa specie è endemica delle parti settentrionali dell'Oceano Atlantico.
  • Krill artico: misura non più di un pollice di lunghezza, questa specie è una preda importante per berte, mammiferi marini e alcuni pesci mangiatori di plancton.

Aspetto del krill

Coperto da un guscio duro, questo animale è un crostaceo nel suo nucleo. Ha un corpo lungo diviso in tre sezioni (il cefalone, il torace e l'addome) con un paio di antenne, 10 gambe che nuotano e branchie esterne per assorbire l'ossigeno. È anche tra le specie più piccole di crostacei, che misura non più di 2,4 pollici di lunghezza, o circa le stesse dimensioni di una graffetta e pesa una frazione di oncia. Hanno corpi trasparenti che emanano un bagliore piuttosto luminoso. La luce è un prodotto di organi interni chiamati fotofori. Non si sa esattamente quale sia lo scopo di questa luce, ma potrebbe essere correlato al camuffamento o alla segnalazione sociale.

Krill antartico Euphausia
Krill antartico Euphausia

Krill vs gamberetti

Il krill a volte viene scambiato per un file gamberetto a causa del analogie tra i loro corpi lunghi e segmentati. Ma le differenze principali sono che il gambero ha due segmenti, un corpo colorato non trasparente e di dimensioni leggermente grandi. Il gambero più grande può anche crescere fino a un piede di lunghezza.

Distribuzione, popolazione e habitat del krill

Questi crostacei sono animali versatili e adattabili che abitano quasi tutti i principali corpi di acqua salata del pianeta tra l'Artico e l'Antartide. Ciò include sia le regioni costiere che quelle di acque profonde. Il numero totale della popolazione mondiale di krill è davvero sbalorditivo. Si stima che l'intera biomassa del krill antartico da solo (ovvero la massa totale di ogni membro della specie messo insieme) sia compresa tra 125 milioni e sei miliardi di tonnellate, tra le più grandi del regno animale. È l'equivalente di trilioni di individui.



Tuttavia, questo numero impressionante nasconde alcune tendenze preoccupanti. Alcuni scienziati hanno stimato che la popolazione di questa specie potrebbe essere diminuita dell'80% dagli anni '70 a causa dei cambiamenti climatici, delle malattie e della pesca eccessiva (sebbene non sia ancora minacciata).

Krill Predators and Prey

Questi animali sono un anello essenziale nella catena alimentare marina. Collega gli organismi marini microscopici nella parte inferiore della catena ai predatori molto più grandi nella parte superiore. La stragrande maggioranza di loro sono di natura erbivora o onnivora, si nutrono di piccole alghe o animali microscopici che capitano di passare. Alcune specie sono esclusivamente carnivore e integrano la loro dieta con larve di pesce. I krill si nutrono filtrando il materiale commestibile dalle loro piccole appendici. Aspirano passivamente le grandi quantità di piccolo cibo nell'acqua.

Più in alto nella catena alimentare, il krill è forse l'animale più consumato nell'intero ecosistema marino. È una preda essenziale per foche , uccelli (particolarmente pinguini ), balene e ogni sorta di pesce . Pertanto, qualsiasi interruzione nell'abbondanza di questi animali può avere ramificazioni più ampie lungo la catena alimentare. Le minacce includono l'inquinamento marino, i cambiamenti climatici e le alterazioni dell'habitat o dell'abbondanza di prede. I krill vengono catturati frequentemente in alcuni luoghi di pesca, il che può anche ridurre il numero.

Riproduzione e durata della vita del krill

Questi crostacei hanno una stagione riproduttiva distinta che varia in base alla posizione e al clima. Dopo che il maschio ha depositato il suo sacco di sperma vicino ai genitali della femmina, lei depone migliaia di uova nel corso dell'intera stagione riproduttiva, spesso suddivise in più covate. In totale, queste uova pesano l'equivalente di un terzo della sua massa. A seconda della specie, la femmina rilascerà le uova direttamente nell'acqua o le trasporterà in un sacco specializzato per tutta la durata del periodo di gestazione.

Dopo la schiusa delle uova, i giovani passeranno attraverso diversi stadi larvali. Nelle prime fasi, il krill sottosviluppato non dispone degli apparati di alimentazione appropriati e sopravvive quasi esclusivamente con il tuorlo d'uovo. Nelle fasi successive, sviluppano una bocca e un sistema digestivo per il consumo di plancton. Ogni fase richiede loro di sostituire l'intero esoscheletro attraverso una serie di mute. L'aspettativa di vita dipende da dove si trova la specie. I krill che occupano le calde acque tropicali o subtropicali vivono tra i sei e gli otto mesi, mentre le specie polari vivono fino a sei anni se riescono a sfuggire con successo ai predatori.

Krill in pesca e in cucina

A livello mondiale, il consumo di krill è ancora un fenomeno di nicchia relativo, almeno rispetto ai gamberetti strettamente correlati, ma è un'importante fonte di frutti di mare in Russia, Spagna, Giappone e Filippine. Ciascuno di questi paesi ha sviluppato una pesca su larga scala nella metà del XX secolo per catturare grandi quantità di questi animali. La pesca del krill antartico è preferita soprattutto per l'abbondanza di queste specie e la facilità con cui vengono catturate. Altri usi del krill includono cibo per acquari, cibo per animali domestici o per bestiame, esche da pesca e integratori alimentari.

Olio di pesce contro olio di krill

L'olio di krill è un integratore molto nutriente che include alti livelli di proteine ​​e acidi grassi omega-3. Questi acidi grassi sono associati a minori rischi di malattie cardiovascolari. Non abbastanza ricerca è stato condotto per evidenziare la differenza tra olio di pesce e olio di krill, ma l'acido grasso omega-3 è in gran parte lo stesso in entrambi.

Visualizza tutto 13 animali che iniziano con K

Articoli Interessanti